Bologna nel cuore

bologna-portici

Bologna ha una luce speciale alle 8 della mattina di un sabato qualunque. Mi è sempre piaciuto camminare per una città quando si sveglia e il centro di questa rossa, grassa e dotta urbe ha veramente superato le mie aspettative. 

Sono venuta nel cuore dell’Emilia Romagna per tre settimane grazie ad una borsa di studio concessami dall’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona e dalla scuola Arca. Vi chiederete perché ho scelto Bologna. Devo dire che ho seguito ciecamente il consiglio degli amici italiani che avevo conosciuto prima di cominciare ad imparare la lingua di Dante.

Cercavo un posto carino, vivace e non troppo grande dove fare un’immersione linguistica e assaporare la cultura italiana per un breve periodo. A Bologna ho trovato tutto ciò e ho scoperto una città che offre mille stimoli differenti, in cui si mangia benissimo (mi sono piaciuti soprattutto i ravioli al ragù), dove la cultura è nell’aria. Inoltre, qui ho potuto conoscere in prima persona il progetto internazionale di Bologna Connect che ha lo scopo di promuovere le eccellenze del territorio all’estero, e tra queste sicuramente la  bella lingua e la cultura italiana.

La Bologna sotterranea, i musei, tra cui quello archeologico, i mercati coperti dove pranzare – la pizza e il gelato sono sempre una scelta eccellente – e la biblioteca Sala Borsa sono soltanto alcune delle numerose attrazioni presenti. Se venite a luglio non dovete farvi sfuggire il cinema sotto le stelle.

Certamente ci ritornerò!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>