Bologna a suon di Jazz

Logo_Bologna_Jazz_Festival

Bologna “la grassa” ,Bologna “la dotta” e Bologna “Città Creativa della Musica” UNESCO fin dal 2006 ,insomma la città emiliana non è famosa soltanto per le sue prelibatezze culinarie , è il caso di ricordarlo a tutti i suoi amanti : è ufficialmente cominciato il mese dedicato ad uno dei festival del Jazz più incisivi e conosciuti d’Europa e noi abbiamo l’onore e il piacere di ospitarlo a casa.

Sarà un mese ricco di eventi e di musica, a partire dalle strade della città dove gli artisti suoneranno a qualsiasi ora ogni giorno, sino ad arrivare nei Teatri storici della città , il cuore del Festival che accoglie musicisti  ed artisti internazionali nonché le migliori proposte della jazzistica attuale : Gary Bartz Quartet,James Farm,Tim Berne Decay, sono solo alcuni dei nomi ospiti durante il Festival.

Un’occasione straordinaria per gli appassionati fedeli al genere, ma anche per i più giovani ,a contatto con un genere musicale che affonda le sue radici nella tradizione degli schiavi afroamericani e indonesiani e di cui abbiamo l’occasione di conoscere la storia e l’evoluzione fino ad oggi.

Le serate si alterneranno ,oltre che nei teatri, il Duse, lo storico Teatro Comunale, per citarne alcuni,nei club ed anche a Ferrara e provincia :  insomma gli appuntamenti sono molti e tutti di notevole prestigio. Musica, arte e cultura la faranno da padrone , da non perdere l’incontro con Terrence Blanchard,noto musicista e compositore statunitense ,il 16 Novembre al Cinema Lumiére.

Dunque la nostra Bologna può vantare uno dei più antichi festival internazionali del  Jazz in Italia ,la cui storia comincia nel 1958 quando il palco del Festival Internazionale del Jazz divenne presto molto ambito e negli anni vi salirono i più grandi nomi del momento: Charles Mingus, Dexter Gordon, Kenny Clarke, Phil Woods, Keith Jarrett, Stan Getz, Ornette Coleman, Ray Charles, B.B. King, Sarah Vaughan, Miles Davis,e molti altri ancora.

Una perla del sistema culturale della città e della regione le quali non finiranno mai di sorprenderci!

 

Buon divertimento a tutti e soprattutto “buon Jazz”!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>