Annamaria e i suoi segreti…che successo!

Ieri in occasione dell’evento “Come prendere un uomo per la gola” organizzato da Bologna Connect,

Ieri in occasione dell’evento “Come prendere un uomo per la gola” organizzato da Bologna Connect,

Ieri in occasione dell’evento “Come prendere un uomo per la gola” organizzato da Bologna Connect,

Annamaria Monari

Annamaria Monari , titolare della storica “Trattoria Annamaria”, ha deliziato i partecipanti con i suoi interessantissimi e gustosissimi aneddoti.

L’evento si è svolto presso la scuola di italiano per stranieri Arca, i cui studenti non hanno sprecato l’occasione unica per apprendere qualcosa in più sulla cucina italiana, ma soprattutto su quella bolognese.

Ai partecipanti è stato mostrato il cortometraggio ” Annamaria tagliatelle e buona notte al secchio “ realizzato con il contributo della cineteca di Bologna e che vede come protagonista la stessa Annamaria. All’interno di questo filmato, la storica cuoca bolognese si racconta e rivela i suoi più intimi segreti di professionista.

Dopo la visione del cortometraggio, Annamaria ha risposto alle domande dei presenti che ne hanno approfittato per domandare  a proposito dello spessore delle tagliatelle, dei tempi di cottura del ragù e degli ingredienti da inserire nell’impasto per la sfoglia. Annamaria vive in una vera simbiosi con il cibo e non è stato difficile capirlo mentre spiegava di come “tutti gli ingredienti all’interno del piatto devono creare la loro melodia, non devono rimanere a sè stanti, ma devono mettersi d’accordo tra di loro“. E affinchè ciò succeda, tutte le componenti delle pietanze devono essere estremamente fresche. Talvolta Annamaria si reca personalmente dai suoi contadini di fiducia per ritirare frutta e verdura da cucinare nel suo ristorante. Sono la qualità e l’eccellenza le caratteristiche fondamentali nella cucina tipica di Annamaria che ci tiene a conservare la tradizione: “Io so fare il mio mangiare, i cuochi innovatori mi avrebbero già ammazzata“.

Ci ha inoltre raccontato che la vita di un ristoratore non è affatto facile, che ha passato la maggior parte del tempo nei suoi ristoranti, ma che la soddisfazione di saziare i suoi clienti con piatti sani e di qualità è impagabile.

Gentile e premurosa come sempre, ha voluto ringraziare i presenti regalando degli ottimi biscotti fatti in casa insieme a Fumir, interprete e traduttrice Giapponese e Carlotta Cornia, project manager di Nihon-Bo che si occupa di incoming dal Giappone, entrambe innamorate della cucina di Annamaria.

Comprendendo a fondo l’importanza delle tradizioni culinarie Annamaria si è gentilmente proposta di rivelarci la sua ricetta del ragù alla bolognese… Vorreste conoscerla? Allora continuate a seguire questo blog!

 Trattoria Anna Maria - Via Belle Arti, 17/A – Bologna – Tel. 051.26 68 94 – Per info e prenotazioni: trattoriannamaria@libero.it

Annamaria Monari

Annamaria Monari , titolare della storica “Trattoria Annamaria”, ha deliziato i partecipanti con i suoi interessantissimi e gustosissimi aneddoti.

L’evento si è svolto presso la scuola di italiano per stranieri Arca, i cui studenti non hanno sprecato l’occasione unica per apprendere qualcosa in più sulla cucina italiana, ma soprattutto su quella bolognese.

Ai partecipanti è stato mostrato il cortometraggio ” Annamaria tagliatelle e buona notte al secchio “ realizzato con il contributo della cineteca di Bologna e che vede come protagonista la stessa Annamaria. All’interno di questo filmato, la storica cuoca bolognese si racconta e rivela i suoi più intimi segreti di professionista.

Dopo la visione del cortometraggio, Annamaria ha risposto alle domande dei presenti che ne hanno approfittato per domandare  a proposito dello spessore delle tagliatelle, dei tempi di cottura del ragù e degli ingredienti da inserire nell’impasto per la sfoglia. Annamaria vive in una vera simbiosi con il cibo e non è stato difficile capirlo mentre spiegava di come “tutti gli ingredienti all’interno del piatto devono creare la loro melodia, non devono rimanere a sè stanti, ma devono mettersi d’accordo tra di loro“. E affinchè ciò succeda, tutte le componenti delle pietanze devono essere estremamente fresche. Talvolta Annamaria si reca personalmente dai suoi contadini di fiducia per ritirare frutta e verdura da cucinare nel suo ristorante. Sono la qualità e l’eccellenza le caratteristiche fondamentali nella cucina tipica di Annamaria che ci tiene a conservare la tradizione: “Io so fare il mio mangiare, i cuochi innovatori mi avrebbero già ammazzata“.

Ci ha inoltre raccontato che la vita di un ristoratore non è affatto facile, che ha passato la maggior parte del tempo nei suoi ristoranti, ma che la soddisfazione di saziare i suoi clienti con piatti sani e di qualità è impagabile.

Gentile e premurosa come sempre, ha voluto ringraziare i presenti regalando degli ottimi biscotti fatti in casa insieme a Fumir, interprete e traduttrice Giapponese e Carlotta Cornia, project manager di Nihon-Bo che si occupa di incoming dal Giappone, entrambe innamorate della cucina di Annamaria.

Comprendendo a fondo l’importanza delle tradizioni culinarie Annamaria si è gentilmente proposta di rivelarci la sua ricetta del ragù alla bolognese… Vorreste conoscerla? Allora continuate a seguire questo blog!

 Trattoria Anna Maria - Via Belle Arti, 17/A – Bologna – Tel. 051.26 68 94 – Per info e prenotazioni: trattoriannamaria@libero.it

Annamaria Monari

Annamaria Monari , titolare della storica “Trattoria Annamaria”, ha deliziato i partecipanti con i suoi interessantissimi e gustosissimi aneddoti.

L’evento si è svolto presso la scuola di italiano per stranieri Arca, i cui studenti non hanno sprecato l’occasione unica per apprendere qualcosa in più sulla cucina italiana, ma soprattutto su quella bolognese.

Ai partecipanti è stato mostrato il cortometraggio ” Annamaria tagliatelle e buona notte al secchio “ realizzato con il contributo della cineteca di Bologna e che vede come protagonista la stessa Annamaria. All’interno di questo filmato, la storica cuoca bolognese si racconta e rivela i suoi più intimi segreti di professionista.

Dopo la visione del cortometraggio, Annamaria ha risposto alle domande dei presenti che ne hanno approfittato per domandare  a proposito dello spessore delle tagliatelle, dei tempi di cottura del ragù e degli ingredienti da inserire nell’impasto per la sfoglia. Annamaria vive in una vera simbiosi con il cibo e non è stato difficile capirlo mentre spiegava di come “tutti gli ingredienti all’interno del piatto devono creare la loro melodia, non devono rimanere a sè stanti, ma devono mettersi d’accordo tra di loro“. E affinchè ciò succeda, tutte le componenti delle pietanze devono essere estremamente fresche. Talvolta Annamaria si reca personalmente dai suoi contadini di fiducia per ritirare frutta e verdura da cucinare nel suo ristorante. Sono la qualità e l’eccellenza le caratteristiche fondamentali nella cucina tipica di Annamaria che ci tiene a conservare la tradizione: “Io so fare il mio mangiare, i cuochi innovatori mi avrebbero già ammazzata“.

Ci ha inoltre raccontato che la vita di un ristoratore non è affatto facile, che ha passato la maggior parte del tempo nei suoi ristoranti, ma che la soddisfazione di saziare i suoi clienti con piatti sani e di qualità è impagabile.

Gentile e premurosa come sempre, ha voluto ringraziare i presenti regalando degli ottimi biscotti fatti in casa insieme a Fumir, interprete e traduttrice Giapponese e Carlotta Cornia, project manager di Nihon-Bo che si occupa di incoming dal Giappone, entrambe innamorate della cucina di Annamaria.

Comprendendo a fondo l’importanza delle tradizioni culinarie Annamaria si è gentilmente proposta di rivelarci la sua ricetta del ragù alla bolognese… Vorreste conoscerla? Allora continuate a seguire questo blog!

 Trattoria Anna Maria - Via Belle Arti, 17/A – Bologna – Tel. 051.26 68 94 – Per info e prenotazioni: trattoriannamaria@libero.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>